Ireland’s Call

Gente razionale questi irlandesi.

A maggio 2012  pubblicano il “The Next Generation Broadband Taskforce report”, che sancisce come gli operatori privati non sono intenzionati a portare la banda ultra larga (30-100Mbps) a più del 70% della popolazione.

Mentre noi siamo alle prese con la tintarella estiva, il Governo definisce il “National Broadband Plan for Ireland“, concertato con i diversi stakeholders e pone obiettivi ambiziosi:

  • 70—100 Mbps to more than half of the population by 2015;
  • at least 40 Mbps, and in many cases much faster speeds, to at least a further 20% of the population and potentially as much as 35% around smaller towns and villages;
  • a minimum of 30 Mbps for every remaining home and business in the country – no matter how rural or remote.

Sarà mica l’effetto della prolungata presenza del Trap nella verde Irlanda?

Per finire, un piccolo giorno di gloria irlandese… il Paese del doppio inno.

 

2 commenti su “Ireland’s Call

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...