Addressing the New Internet Ecosystem

Può sembrare una disputa tra esperti settore, ma le proposte dell’ETNO per il WCIT (World Conference on International Telecommunications) sono un’ottima sintesi (10 pagine) della definitiva trasformazione del settore delle telecomunicazioni.

L’oggetto del contendere è ormai quello noto, vale a dire la ridefinizione di alcuni assetti che (dal punto di vista ETNO) avvantaggiano i Content Provider e gli OTT a danno degli operatori tradizionali, che continuano invece a sostenere gli oneri maggiori per la realizzazione e la gestione delle reti di comunicazione.

Riconosciuto il definitivo primato del traffico dati rispetto alla voce (che diventa di fatto una delle possibili applicazioni) la sintesi della posizione è la seguente:

“The ETNO proposal calls  for a new  IP  interconnection ecosystem  that provides end‐to‐end Quality  of  Service  delivery,  in  addition  to  best  effort  delivery,  enabling  the  provision  of  value‐added  network  services,  to  both  end‐customers  and  OTT  players  and  content providers”.
E ancora,

“By  endorsing  the  concept  of  “quality  based  delivery”,  it will  be  possible  to  establish  new interconnection  policies  based  on  the  differentiation  of  the  QoS  parameters  for  specific services and types of traffic (not only on the “volume”), enabling new business models and implementing  an  ecosystem  where  operators’  revenues  will  not  be  disconnected  from   investment needs”.

Si ribadisce, infine, che l’approccio vuole rimanere “negoziale”,

Indeed,  the  ETNO  proposal  aims  at  creating  the  best  enabling  environment  to  foster commercial  agreements  based  on  QoS  delivery  and  to  avoid  any  regulations  that  can prevent the development of these agreements.  

Come fa  giustamente notare  il @quinta perché allora non lasciare tutto questo alla normale negoziazione commerciale tra soggetti privati e appellarsi ad altri?

La risposta è probabilmente nella ricerca di endorsement e un  messaggio ai regolatori per consentire che tutto questo accada senza vincoli asimmetrici.

In sintesi, liberi tutti o tutti regolati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...